Tagikistan


La Repubblica del Tagikistan, anche tradotto Tagichistan, e in passato Repubblica Socialista Sovietica del Tagikistan, è uno Stato dell’Asia centrale. Confina a Sud con l’Afghanistan, ad est con la Cina, a nord con Kirghizistan e Uzbekistan e ad ovest ancora con l’Uzbekistan; è dunque uno Stato senza sbocco al mare.

È una repubblica semipresidenziale;

La capitale è Dušanbe.

Dal marzo 2013, il Tagikistan è diventato un membro dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.

Il Tagikistan si trova su un territorio prevalentemente montuoso, caratterizzato da due catene montuose: la catena del Trans-Alay nel nord, e il Pamir nel sud, divise da uno stretto lembo pianeggiante. Su queste catene si trovano le cime più alte dell’Asia centrale, fra cui il Picco Ismail Samani (Qullai Ismoili Somoniik) di 7.495 metri. I principali fiumi sono il Syr Darya, l’Amu Darya, il Kafirnigan, il Vahš e il Pjandz. Il clima del paese è di tipo continentale, caratterizzato da escursioni termiche piuttosto accentuate. La temperatura invernale è spesso mitigata da un vento caldo e secco proveniente dalle aree montuose. Scarsissime le precipitazioni, concentrate soprattutto nella parte occidentale del paese.

La stragrande maggioranza della popolazione è di etnia tagika (di ceppo indoeuropeo e iranico). Tuttavia notevole è la minoranza uzbeka, la minoranza Yaghnobi e minore quella russa. In totale la popolazione del Tagikistan conta circa 6.850.000 abitanti.

La popolazione è per il 95% musulmana, più altre minoranze.

La lingua ufficiale è il Tagico, lingua indoeuropea appartenente al gruppo delle lingue iraniche: si tratta fondamentalmente della stessa lingua parlata in Iran (farsi) e in Afghanistan (dari), ma scritta in caratteri cirillici. Ancora diffuso il russo.

Risultati immagini

Fonte: Wikipedia