Transiberiana Classica

Durata: 15 giorni / 14 notti

Itinerario: Mosca - Ekaterinburg - Novosibirsk - Irkutsk - Chabarovsk - Vladivostok

Hotel: 3 / 4

Numero minimo persone: 2

Paesi: Russia


Prenotabile!

   

1° GIORNO ITALIA – MOSCA
Presentazione in aeroporto almeno 2 ore prima della partenza, disbrigo delle formalità doganali e d’imbarco e partenza con volo di linea per Mosca. Trasferimento organizzato all’hotel e sistemazione in camera riservata.
Pernottamento in hotel.

2° GIORNO MOSCA
Prima colazione in hotel.
In mattinata visita panoramica della città “la città dalle cupole d’oro punto di approdo di tutte le Russie”, la Via Tverskaya, il Teatro Bolshoy e la Piazza Rossa o “piazza bella” con la cattedrale di S. Basilio, simbolo di Mosca e le sue cupole colorate; la Collina dei Passeri con l’Università Lomonosov, il Belvedere sul Moscova e lo stadio olimpico. Nella stessa mattinata visita al Monastero Novodevicij (ingresso al territorio): detto anche delle Vergini, fu costruito nel 1524 per celebrare la vittoria sul territorio Lituano, fortificato da possenti mura con dodici torri di guardia, è uno dei monumenti sacri più grandi e suggestivi della Russia. Di particolare interesse il Refettorio, il Campanile e l’imponente Cattedrale di Smolensk a cinque cupole, con all’interno notevoli affreschi, una splendida iconostasi dorata a cinque ordini e unici pavimenti in ghisa.
Nel pomeriggio visita al territorio del Cremlino (ingresso al territorio, alle cattedrali ed al palazzo dell’Armeria): situato a circa quaranta metri dalla sponda del Moscova è un complesso architettonico straordinario per la quantità di opere d’arte e peso storico; trattasi di un’autentica città fortificata a struttura triangolare con una cinta di mura merlate in mattoni rossi, quattro/cinquecentesche di 2 km, alte 15mt e spesse 5mt, cadenzate da 20 torri tra cui la più alta “ la Torre Trojtchkaya “ (80mt) e la più nota “Torre Spasskaya”, e 5 porte. La sua costruzione risale al XII secolo ma la forma triangolare che conosciamo fu stabilita nel quattrocento. Circonda una superficie di 28 ettari, di cui attrazione sono la piazza delle cattedrali, considerata la più antica e bella di Mosca, qui troviamo il campanile bianco di Ivan il Grande con le sue ventuno campane; la cattedrale dell’Arcangelo Michele di Alvise Lamberti; la cattedrale dell’Annunciazione, coronata da nove cupole dorate (la più piccola ma vero capolavoro straordinario per gli affreschi e le icone di Rublev e di Teofane il Greco); la cattedrale dei Dodici Apostoli a cinque cupole; la cattedrale dell’Assunzione del 1475 (Aristotele Fioravanti)ove venivano incoronati principi e zar. E ancora il Palazzo dei Congressi, lo Zar dei Cannoni, la Zarina delle Campane e il Palazzo Sfaccettato.
Pernottamento in hotel.

3° GIORNO MOSCA – EKATERINBURG
Prima colazione in hotel.
Mattinata a disposizione per la visita facoltativa a Serguiev Posad, ex Zagorsk (ingresso al territorio del monastero): situata a 71 km da Mosca fu fondata nel XIV sec. dal monaco Serguiev Radonezhsky, successivamente al saccheggio ed incendio dei tartari nel 1408; è famosa nel mondo per il “Monastero della Trinità di S. Sergio“, che giocò un importante ruolo nello sviluppo della storia e cultura russa. All’interno delle sue mura fortificate l’edificio più antico è la cattedrale della Trinità (1422 – 1423), eretta in pietra bianca e preziosa all’interno per le splendide icone di Rublev e Chorny. Notevole “la cattedrale dell’Assunzione” (1588-1585) rassomigliante a quella omonima del Cremlino di Mosca e centro dell’insieme architettonico monastico. Con l’avvento di Pietro il Grande il monastero si arricchì di potenza e splendore con il Refettorio, che custodisce la più grande sala dell’epoca, senza pilastri interni (500mq) a sorreggerne le stupende volte. Infine sempre nell’area del monastero della Trinità, il museo del 1920, che accoglie parte dell’antica arte russa dal XIV al XVII sec.: ricami finissimi, artigianato in oro e argento e capolavori di antiche icone. Nel pomeriggio trasferimento organizzato in tempo utile alla stazione ferroviaria, sistemazione in vagoni seconda classe con posti riservati ed alle 16.38 partenza con treno n. 16 per Ekaterinburg. Pernottamento in treno.

4° GIORNO EKATERINBURG
Arrivo previsto ad Ekaterinburg alle 20.04, trasferimento dalla stazione ferroviaria all’hotel (situato di fronte alla stazione) e sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

5° GIORNO EKATERINBURG - NOVOSIBIRSK
Prima colazione in hotel. Seconda colazione in Taverna Tipica Russa.
In mattinata visita panoramica di Ekaterinburg: centro storico, economico ed amministrativo degli Urali, sorge sulle rive del fiume Iset e rappresenta il naturale punto di confine tra Asia ed Europa. Deve la sua presenza nelle cartine geografiche al periodo delle grandi riforme russe di Pietro il Grande. Fondata nel 1723 come fortezza, si trasformò rapidamente in centro economico e commerciale degli Urali, complesso industriale dove venivano organizzate fiere di produzione per stabilimenti siderurgici di tutta la Siberia; qui nacque così l’industria russa: ferro fuso, leghe di vario genere, capolavori in metalli fusi e lavorati cominciarono ad essere esportati in tutto il mondo da mercanti e carovanieri. Oggi Ekaterinburg è ricca anche di monumenti architettonici in stile classico russo (XVIII – XIX sec.) tra questi la Chiesa di Alexandre Nevsky – la Chiesa dell’Ascensione; ricordiamo inoltre il Museo Geologico famoso per le preziose collezioni di minerali – il Museo delle Arti Applicate noto per le pitture di famosi artisti russi e stranieri – il Teatro del balletto e dell’opera ed il teatro delle marionette. Infine visita al monumento di confine euroasiatico. Resto del pomeriggio libero per visite facoltative o shopping.
In serata trasferimento organizzato in tempo utile alla stazione ferroviaria, sistemazione in vagoni seconda classe con posti riservati ed alle 18.38 partenza con treno n. 56 per Novosibirsk. Pernottamento in treno.
6° GIORNO NOVOSIBIRSK
Arrivo previsto a Novosibirsk alle 18.00, trasferimento all’hotel (situato di fronte alla stazione ferroviaria) e sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

7° GIORNO NOVOSIBIRSK - IRKUTSK
Prima colazione in hotel.
In mattinata visita panoramica della città: considerata capitale della Siberia, è per superficie la terza città del paese; sorse nel 1893 in seguito alla costruzione del ponte sull’Ob per la ferrovia transiberiana e il suo significato è “Nuova Siberia”. Importante la sua Pinacoteca, che racchiude una ricca collezione del XVI sec., opere di pittori moderni ed una serie di tele di Nikolay; è però principalmente riconosciuta come centro scientifico culturale siberiano e molto considerata in tutta la Russia per la Città delle Scienze o “Akademgorodok” la cittadina accademica costruita alla fine degli anni 50 in un’incantevole zona in mezzo ad un bosco nelle vicinanze del mare dell’Ob.
Visita alla Piazza Lenin, al Viale Rosso ed al Teatro dell’0pera e Balletto; sosta alla Cattedrale di Alexandre Nevsky, la più grande della Siberia; infine visita alla Città Universitaria compresi il Museo dei minerali e il Museo all’aria aperta della tecnica ferroviaria (con la storia della famosa linea transiberiana e mostre di locomotive e vagoni di ogni età).
Nel pomeriggio trasferimento organizzato in tempo utile alla stazione ferroviaria, sistemazione in vagoni seconda classe con posti riservati ed alle 14.20 partenza con treno 8 per Irkutsk. Pernottamento in treno.

8° GIORNO IN TRENO LUNGO LA TRANSIBERIANA
Arrivo previsto ad Irkutsk alle 21.00. Trasferimento organizzato all’hotel e sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

9° GIORNO IRKUTSK - LAGO BAIKAL
Prima colazione in hotel.
In mattinata partenza per l’escursione di una intera giornata con pranzo incluso al Villaggio Listvianka e lago Baikal: situato ad un’altitudine di 456 metri, il Baikal "Perla della Siberia ", è forse uno dei luoghi più belli della Russia; acque dalla purezza cristallina circondate da montagne e costeggiate da villaggi fiabeschi di casette in legno. Considerato uno dei più grandi serbatoi d'acqua della terra è uno dei 7 laghi più grandi e profondi del mondo. Da Febbraio ad Aprile si trasforma nella più grande pista naturale di pattinaggio del mondo: coperto di ghiaccio di oltre 1 metro di spessore. Ben 336 fiumi si immettono nel lago ma soltanto uno, l'Angara, ne esce. Durante il percorso da Irkutsk al lago Baikal si attraverseranno pittoreschi paesaggi della foresta della Tajga e su e giù per colline, in circa 1 ora si raggiunge uno dei più noti belvedere della zona situato sul fiume Angara e proprio di fronte alla famosa roccia sacra “Shaman rock”. Visita al museo di architettura lignea russa Taltsy: situato a circa 50 km da Irkutsk, sulle rive dell’Angara nei pressi del villaggio Listvianka, rappresenta un vero e proprio inno alla quietudine ed alla serenità, vi sono riuniti edifici dal XVII al XIX sec., 3 fattorie, 2 cappelle ed una torre di guardia che ci ricordano che all’epoca bello e utile erano complici di architettura e fascino. Listvianka è un piccolo ed accogliente villaggio turistico situato a circa 70 km da Irkutsk, in antico stile siberiano e sin dal XVIII sec. le sue imbarcazioni trasportavano attraverso il grande lago, mercanti verso la Mongolia, Cina e lontano oriente; Visita al vicino villaggio ”Krestovka” e alla chiesa di St. Nicholas. Arrivo al villaggio e seconda colazione in ristorante locale con degustazione di piatti tipici a base di pesce del Lago Baikal. Trasferimento all’hotel e sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

10° GIORNO LISTVYANKA - IRKUTSK
Prima colazione in hotel.
Mattinata a disposizione. Nel primo pomeriggio trasferimento ad Irkutsk e visita panoramica della città: fondata nel 1661 quando le truppe militari cosacche innalzarono una fortezza in legno in una bellissima posizione sulla riva destra dell’Angara, rimase a lungo sotto la minaccia dei buriati. Situata vicino alla Mongolia e alla Cina, fu a lungo crocevia di grandi strade di carovane che trasportavano pellicce in Asia, riportandone tè e seta. Agli inizi del 700, fu punto di partenza di molte spedizioni verso Nordest e dal tardo XVII sec. divenne il centro economico, politico e culturale di tutta la Siberia. Oggi Irkutsk conta più di mezzo milione di abitanti ed è il centro più importante della Siberia Orientale, uno dei più importanti centri amministrativi ed economici della Federazione Russa. L’architettura classica Russa della città risale al 1880, quando esplose economicamente grazie alla scoperta dell’oro in quell’area, mentre altri edifici appartenenti a vari, diversi e misti stili architettonici appartengono al XIX E XX sec.. Si trovano in centro città le stupende chiese russe ortodosse e la Cattedrale Polacca, unico edificio gotico in Siberia, costruita originariamente come Chiesa Cattolica dagli esiliati polacchi nel 1881 e trasformata in sala da concerti nel 1930. Tipica per le sue antiche palazzine in legno dalle fantasiose decorazione ad intaglio, viene ricordata anche per la sua Università, il più vecchio ateneo della Siberia Orientale con rari manoscritti dei secoli XV e XVIII. Rilevante è il Monastero Znamensky, con all’interno la Chiesa Del Segno, che rappresenta il centro della chiesa ortodossa nella Siberia orientale. Tra i musei cittadini di rilievo: il Museo degli studi regionali di Irkutsk, con oggetti legati agli usi delle tribù indigene; il Museo della navigazione del lago Baikal, situato su di un ferry-boat rompighiaccio; il Museo dei Decembristi con possibilità di assistere a concerti classici al suo interno. Visita esterna alla Chiesa Della Croce dall'architettura barocca, una delle poche rimaste aperte al culto in epoca sovietica con la sua mole dominante il panorama di Irkutsk, visibile anche dalla ferrovia Transiberiana. All’ora convenuta trasferimento organizzato alla stazione ferroviaria, sistemazione in vagoni seconda classe con posti riservati ed alle 21.45 partenza con treno n. 8 per Khabarovsk. Pernottamento in treno.

11°/12° GIORNO IN TRENO LUNGO LA TRANSIBERIANA
Intere giornate e pernottamenti in treno. Si potrà godere della vista dei meravigliosi paesaggi siberiani dal finestrino del treno durante il viaggio attraverso il vasto territorio della Russia.

13° GIORNO KHABAROVSK
Arrivo previsto a Khabarovsk alle 08.05, trasferimento organizzato all’hotel e sistemazione in camera riservata (day use). Prima colazione in hotel. All’ora convenuta partenza per la visita panoramica di Khabarovsk e della sua campagna: la più grande città dell’Estremo Oriente Russo, lungo le rive del fiume Amur, fu fondata nel 1858 come difesa militare al confine tra Russia e Cina. Deve il suo nome all’omonimo coraggioso esploratore russo del XVII sec. Yerofey Khbarov. Attraverso le tipiche case in legno o in mattoni, conservate nel tempo, si percepisce un fascino antico come quello della vecchia Piazza Komsomolskaya dove un’inconfondibile tipica costruzione in mattoni rossi del 1901 è oggi sede della Biblioteca; splendida la chiesa di S. Innokenty, la prima costruita in città. Famosi il Museo Archeologico contenente oltre 40.00 manufatti alcuni dei quali di particolare valore ed il Museo delle Arti. Seconda colazione in tipica Dacha russa ove si potrà seguire il rito della famosa “Banya” (sauna russa, bagno di vapore ad alta temperatura con una umidità bilanciata). All’ora convenuta trasferimento organizzato alla stazione ferroviaria, sistemazione in vagoni seconda classe con posti riservati ed alle 21.00 partenza con treno n. 6 per Vladivostok. Pernottamento in treno.

14° GIORNO VLADIVOSTOK
Arrivo previsto a Vladivostok “ultima stazione della linea classica Transiberiana”, alle 08.15, incontro con la guida alla stazione ferroviaria e partenza per la visita panoramica della città: centro amministrativo culturale e scientifico del territorio marittimo russo, nonché maggior porto dell’Estremo Oriente, Vladivostok è una città che conta circa 700.000 abitanti e dove l’aumento delle presenze straniere è continuo e notevole, pur non trattandosi di turismo ma di vero e proprio “escursionismo commerciale”. La città infatti è punto di ritrovo frequentatissimo da commercianti russi, cinesi, giapponesi, e coreani. Da sempre il futuro di questa città è determinato dal Grande Oceano e oggi, tutto ciò che è glorioso, ricco o costituisce orgoglio per la città, è strettamente legato alla sua posizione di dominio sul mare. Tra i luoghi di attrazione prettamente turistici scorgeremo la Piazza Centrale, l’Arco di Trionfo, la Fortezza e il nuovo ponte sulla Baia del Corno D’oro, Il Museo Della Marina Russa, L’Oceanario, La Galleria di Pittura e “Il Giardino Botanico” del centro scientifico dell’Estremo Oriente, diretto dall’Accademia delle Scienze di Stato. Al termine trasferimento organizzato in hotel e sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

15° GIORNO VLADIVOSTOK - MOSCA - ITALIA
Prima colazione in hotel.
All’ora convenuta incontro con la guida e trasferimento organizzato all’aeroporto; disbrigo delle formalità doganali e partenza con volo di linea per l’Italia via Mosca.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Transiberiana Classica”