Kyoto


Kyoto è un gioiellino e custodisce tantissimi tesori nascosti. Così tanti che il principale problema che ci si pone prima di visitare la città è: che cosa vedere?

Vi basti pensare che in questa città sorgono circa 2.000 templi e santuari e che ben 17 siti sono stati riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Ma quello che rende Kyoto davvero unica è la zona del centro in cui si sono conservate perfettamente le antiche stradine così come apparivano prima della seconda guerra mondiale che ha distrutto invece gran parte delle altre città giapponesi. Kyoto è stata graziata dai bombardamenti e conserva ancora oggi degli angoli di una bellezza senza tempo.  

A Kyoto c’è tanto da vedere, sia nel centro storico della città che fuori città. Innanzitutto non mancate di fare un giro alla stazione dei treni in cui arriverete. No, le stazioni non sono come da noi, piccole, buie e fredde, qui le stazioni sono quasi delle città. Delle città nelle città. La stazione di Kyoto ha all’interno tutto, dieci piani circa con ristoranti e bar all’ultimo piano, negozi, catene di vestiti al piano terra e c’è pure l’Ente del Turismo al primo piano. L’architettura di questa struttura poi è fenomenale, la stazione è una delle più grandi del Giappone. Davanti alla stazione si trova la Kyoto Tower.

Quello che non dovete perdervi a Kyoto è il Nishiki Market, un intero quartiere trasformato in mercato dove troverete qualsiasi tipo di verdure, frutta e pesce giapponese, ma non solo. Una lunghissima via con bancarelle a destra e a sinistra dove vi perderete tra i profumi e gli odori delle spezie locali. Da via Teramachi a via Takakura per 390 metri si estendono 150 negozi circa che offrono oltre a prodotti da vendere anche street food locale. Qui ce n’è davvero per tutti i gusti.

Il quartiere simbolo di Kyoto è senza dubbio Gion. Se la modernità ha portato in questo quartiere molte cose diverse da quelle tradizionali, ci sono ancora degli angoli che vale la pena visitare per provare a trovare l’antichità del Giappone. Qui se siete attenti e fortuna potrete trovate e vedere la geisha o la miao, l’aspirante geisha che sa questa differisce per acconciatura e vestiario, ma anche per atteggiamento dicono.