Madrid


Madrid, capitale della Spagna, è una città cosmopolita che affianca moderne infrastrutture e la sua condizione di centro economico, finanziario, amministrativo e di servizi a un grande patrimonio culturale e artistico, retaggio di secoli di storia appassionante.

Situata in posizione strategica nel centro geografico della penisola iberica, a 646 metri sul livello del mare, Madrid conserva uno dei centri storici più importanti delle grandi città europee, che si fonde armoniosamente con le infrastrutture più comode e moderne, una completa offerta alberghiera e di servizi e la più avanzata tecnologia di mezzi audiovisivi e di comunicazione. Queste caratteristiche, unite allo slancio di una società dinamica e aperta, ma anche allegra e accogliente, hanno fatto di questa metropoli una delle grandi capitali del mondo occidentale.

Popolata sin dal Paleolitico inferiore, sarà solo nel 1561 che il re Filippo II ne farà la capitale del suo vasto impero. Il centro storico, conosciuto anche come la “Madrid degli Asburgo”, e la splendida Plaza Mayor, inaugurata nel 1620 e considerata uno degli angoli più popolari e tipici della Spagna, sono prova vivente del periodo di splendore che la città cominciò a vivere tra il XVI e il XVII secolo.

Nelle vicinanze della Plaza Mayor si trova il “centro aristocratico”, dove è possibile ammirare il Palazzo Reale, costruzione monumentale del XVII secolo che unisce barocco e classicismo. E molto vicino la Plaza de Oriente, il Teatro dell’Opera e la moderna cattedrale dell’Almudena, consacrata nel 1993 da Papa Giovanni Paolo II. La piazza della Puerta del Sol, circondata da un’elegante e prestigiosa zona commerciale, e il Viale dell’Arte, chiamato così per la presenza di musei, palazzi e giardini unici, completano questo complesso monumentale dove brillano di luce propria l’edificio del Banco de España, il Palazzo delle Telecomunicazioni e le fontane di Cibele e di Nettuno.

L’arte e la cultura occupano un posto importante nell’agenda di Madrid. La capitale possiede più di 60 musei che abbracciano tutti gli aspetti del sapere umano. Da segnalare in particolare il Museo del Prado, una delle pinacoteche più importanti del mondo, il Museo Thyssen-Bornemisza, con più di 800 quadri che vanno dalle opere dei primi maestri fiamminghi ai movimenti avanguardisti, e il Centro Nazionale d’Arte Reina Sofía, dedicato all’arte contemporanea spagnola con opere di Picasso, Joan Miró, Salvador Dalí e Juan Gris.

Grandi parchi e giardini ben curati come il Parco del Retiro, antico luogo di svago dei re spagnoli, la Casa de Campo, il Parco Juan Carlos I, permettono di godere delle giornate di sole, passeggiare, remare sulle acque dei laghetti o dare da mangiare agli scoiattoli in una delle capitali più verdi d’Europa. Inoltre, l’importanza dell’aeroporto internazionale, dove ogni settimana arrivano più di mille voli da tutto il mondo, i due palazzi dei congressi, il moderno spazio fieristico del Campo de las Naciones e più di 80.000 posti in altri strutture congressuali, fanno di Madrid uno dei centri d’affari più interessanti d’Europa.

Ciò che però caratterizza Madrid è una profonda e contagiosa passione per la vita, che si riflette nel carattere amichevole della sua gente. Concerti, esposizioni, balletti, un prestigioso cartellone teatrale, prime cinematografiche, la migliore gastronomia spagnola e internazionale e il fascino dei suoi bar e delle sue taverne sono solo alcune delle possibilità di svago offerte da Madrid, oltre alle attraenti proposte commerciali e per lo shopping in negozi tradizionali o di grandi firme e marche internazionali.

Anche l’animata vita notturna di Madrid è un importante motivo di attrazione della capitale spagnola, per la varietà e l’atmosfera di bar, pub, discoteche e locali di flamenco, che si alternano di giorno a balli tradizionali, feste popolari o alla stagione taurina di San Isidro, considerata la più importante del mondo.

 

Un affascinante connubio di tradizione e modernità

Madrid possiede un patrimonio artistico molto vario, grazie ai diversi stili che nel corso dei secoli hanno lasciato la loro impronta.

Dai resti dell’antica muraglia araba, passando per le chiesette in stile gotico fino alle prime opere del Rinascimento, durante la sua storia Madrid ha collezionato opere artistiche molto belle e varie. La città deve il suo nome alla parola araba Magerit (“madre delle acque”), con cui fu battezzata la fortezza costruita sulla riva del fiume Manzanares dall’omayyade di Cordova Muhammad (823-886). Nonostante sia cresciuta per duecento anni sotto il dominio arabo, la città conserva di questa presenza pochi resti delle mura di cinta e qualche torre successivamente trasformata in campanile. L’arrivo degli Asburgo, nel XVI secolo, e la loro presenza nel periodo di massimo splendore, durante tutto il XVII secolo, segnò l’inizio di una tendenza alle costruzioni monumentali che diede vita a una delle zone più famose della capitale, la cosiddetta Madrid degli Asburgo, dove spiccano, oltre alla piazza Mayor, numerosi angoli, chiese e conventi ricchi di fascino e d’arte, austere facciate in stile barocco che contrastano con i lussuosi interni dei palazzi. Il XVIII secolo lasciò un’impronta neoclassica nel magnifico complesso formato dal Palazzo Reale, igiardini di Sabatini e il Campo del Moro, al centro della capitale. La chiesa di San Francisco El Grande, le fontane del viale del Prado, il Ponte di Toledo, il Museo del Prado e la Porta di Alcalá sono altri splendidi esempi di questo stile. La Madrid più moderna e avanguardista si trova nelle zone di più recente costruzione sviluppate su due grandi assi: la Gran Vía e il viale della Castellana. La Gran Vía, costruita agli inizi del XX secolo, oggi è una zona che concentra una ricca offerta commerciale, alberghiera e di svago. Lungo il viale della Castellana, che attraversa la città da nord a sud, si trovano alcuni degli hotel più eleganti di Madrid, insieme ad aziende che hanno stabilito la loro sede in edifici moderni e avanguardisti. Il retaggio architettonico di Madrid è senza dubbio importante, ma la sua grande ricchezza artistica è custodita nelle pinacoteche.

Tre musei a poca distanza l’uno dall’altro danno vita al Paseo del Arte (Viale dell’Arte). Sono il Museo del Prado, il Museo Thyssen Bornemisza e il Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofía. Il Museo del Prado è considerato da molti esperti la pinacoteca più prestigiosa del mondo, dal momento che possiede la collezione più importante e completa del XVI, XVII e XVIII secolo, con le migliori opere delle scuole italiana, fiamminga e spagnola. Nel Museo del Prado è possibile ammirare opere di artisti del calibro di Bosch, Rubens, GoyaVelázquez, Murillo, Beato Angelico, Botticelli, Tiziano, Raffaello, Watteau, Tintoretto, El Greco, Ribera, Zurbarán e moltissimi altri, insieme a una magnifica collezione di sculture classiche. Il Museo del Prado offre visite private guidate per gruppi al di fuori dell’orario di apertura al pubblico, che renderanno indimenticabile questo incontro con l’arte.Il Museo Thyssen Bornemisza ospita una collezione privata, ceduta definitivamente alla città nel 1993 e considerata la più importante, dal momento che raccoglie opere di un periodo molto ampio che spazia dai dipinti primitivi del XIII secolo alle avanguardie del XX secolo. Dürer, Tintoretto, Degas, Kandinsky, Goya, Cezanne, Matisse, DalíMiróPicasso e Renoir sono alcuni degli artisti presenti in questa collezione.Il Viale dell’Arte termina con il Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofía, famoso per il Guernica, celebre opera di Picasso, e per la sua collezione di pittura contemporanea, principalmente spagnola.L’importanza delle tre grandi pinacoteche ha ingiustamente eclissato la grande ricchezza e varietà degli altrimusei di Madrid. Avendo un po’ di tempo a disposizione, il viaggiatore potrà scegliere tra decine di alternative. Da altre pinacoteche di grande interesse come l’Accademia Reale di San Fernando, ai musei comunali o quelli a tema, come il Museo Romantico, il Museo Ferroviario, il Museo Navale, il Museo dell’Esercito, il Museo d’America, il Museo Archeologico Nazionale, il Museo Nazionale delle Scienze Naturali e così via.Madrid vanta anche un insieme di palazzi e monumenti che integrano uno dei patrimoni più importanti della storia dell’Occidente. Patrimonio Nacional è l’istituzione preposta alla salvaguardia dei beni dello Stato destinati all’uso e al servizio del Re e all’amministrazione dei conventi e dei monasteri fondati dai sovrani succedutisi nel corso dei secoli. Questi istituti, sorti nel corso del tempo, sono stati per secoli la forza motrice della cultura della Spagna. Tra gli edifici aperti al pubblico si segnalano il Palazzo Reale di Madrid, il Pantheon degli Uomini Illustri, il Monastero delle Descalzas Reales, il Monastero Reale della Encarnación, il Palazzo Reale di El Pardo, il Palazzo Reale di Aranjuez, il Monastero Reale di El Escorial, la Casetta del Principe di El Escorial, la Casetta dell’Infante di El Escorial e l’Abbazia Benedettina di Santa Cruz della Valle dei Caduti.Un modo semplice e comodo per conoscere la vasta offerta culturale della capitale spagnola è quello di sfruttare la tessera turistica Madrid Card. Comprende l’ingresso a monumenti rappresentativi e a oltre 40 musei della città e dei dintorni. Inoltre consente di effettuare tutte le visite guidate del programma “Scopri Madrid”, organizzato dall’Ente per il Turismo del Comune. Può essere acquistata presso gli uffici turistici o sul sito Internet www.madridcard.com.

Fonte: Wikipedia