Segovia


Segovia  è una città spagnola, capoluogo della provincia omonima. Si trova nella Comunità Autonoma di Castiglia e León. È sede vescovile.

L’agglomerato antico è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1985, insieme al suo acquedotto

Segovia sorge sulle pendici della Sierra de Guadarrama fra i fiumi Eresma e Clamores. Il clima è continentale mediterraneo, freddo e secco, conseguentemente all’alta quota, alla vicinanza al sistema centrale montuoso e alla sua distanza dalla costa; la temperatura media annuale è di 12 °C, con valori minimi nel mese di dicembre fino a -14 °C, e massimi fino a 34 °C in luglio. Le precipitazioni annuali sono di 520 mm / anno. La vegetazione è costituita prevalentemente da pino nero, pino domestico, pino silvestre, querce, faggio, ginestra e ginepro, rovere, disseminati nei paesaggi di stoppie di grano e maggese.

Le sue origini sono antichissime. Abitata già dall’epoca del bronzo la città fortificata di origine celto-iberica fu conquistata dai Romani nell’80 a.C., distrutta e riedificata diventò un importante centro della Spagna romana.

Testimonianza della dominazione romana è l’imponente Acquedotto romano che domina coi suoi archi potenti l’ingresso alla città vecchia attraversando una depressione del terreno. È una grande opera idraulica costruita nel I secolo al tempo dell’imperatore romano di nascita spagnola Traiano per portare alla città l’acqua dalle sorgenti del Riofrio a 17 km di distanza, compiendo l’ultimo tratto di circa 730 metri su due ordini di arcate sovrapposti.

Fonte: Wikipedia